Informazioni

Un albero per un Natale responsabile

Un albero per un Natale responsabile

L'albero di abete contribuisce a rendere l'atmosfera di Natale ancora più magica. Ma dovremmo scegliere un albero naturale o artificiale? Qual è l'albero più ecologico?

Albero di Natale: agricoltura specifica

Gli alberi di Natale naturali venduti per le vacanze provengono da una produzione agricola sostenibile. Questo inizia nei vivai e poi, quando gli alberi hanno 3 o 4 anni, vengono ripiantati nel terreno. Crescono da altri cinque a dieci, a seconda della varietà, per raggiungere una dimensione sufficiente per essere commercializzati. Durante questi anni, i produttori mantengono le piante e vegliano sulla loro crescita armoniosa. I rami sono potati in modo che l'albero sia ben bilanciato. Da metà novembre, gli alberi maturi vengono selezionati, quindi tagliati o rimossi in contenitori con le loro radici per raggiungere i negozi.

Albero di Natale: una cultura a beneficio dell'ambiente

A differenza dell'abete artificiale, che richiede prodotti petroliferi per la sua produzione e genera gas a effetto serra, l'abete naturale rispetta la natura e ha effetti positivi sulla qualità dell'aria. Infatti, produce ossigeno e assorbe CO2 durante la sua crescita. Inoltre, i giovani abeti coltivati ​​vengono sistematicamente sostituiti per aiutare a ridurre l'effetto serra ma anche per stabilizzare il terreno grazie alle loro radici. Completamente biodegradabile, l'abete tagliato può essere trasformato in trucioli di legno o compost o addirittura ripiantato se è stato acquistato in un contenitore con le radici.

Albero di Natale: poco trasporto

Il trasporto dell'albero di Natale svolge un ruolo chiave nel suo impatto sull'ambiente. Favorire la produzione locale consente di rispettare meglio la natura.

Albero di Natale: cinque specie principali

Abete rosso: profuma di buono della foresta, è robusto e ben fornito. È l'abete tradizionale per eccellenza. Il Nordmann: dura a lungo, resiste bene al calore, è flessibile e gli aghi sono morbidi. Pungens (o abete blu): si distingue dagli altri abeti per i suoi aghi spessi e molto pungenti, ma che non cadono a terra. Ha un buon odore di pino. L'omorika: è un albero maestoso ed elegante, con una forma affusolata. I nobilis: è un verde scuro con sfumature bluastre. Mantiene gli aghi per lungo tempo e profuma di resina.

Piccolo consiglio

Per ritardare la caduta degli aghi del tuo abete tagliato, deve essere reidratato regolarmente spruzzando acqua sui suoi rami o annaffiando la zolla una volta alla settimana se è in una pentola.

Video: TRASFORMIAMO L'ALBERO DI NATALE in Gioco da Tavolo (Agosto 2020).