Commenti

Montare una partizione giapponese

Montare una partizione giapponese

Originariamente in legno e carta, le pareti giapponesi sono oggi generalmente in legno e tessuto. Questo nuovo design voluto da produttori e utenti consente loro di durare più a lungo. Utilizzabili come pareti o come porte scorrevoli, sono elementi decorativi di grande tendenza in interni decisamente contemporanei.

Dove installare una partizione giapponese?

Le partizioni giapponesi offrono il vantaggio di poter essere utilizzate in diversi modi. Sia per realizzare pareti, porte scorrevoli, armadi o persino cabine armadio, possono essere installati in qualsiasi stanza della casa. Grazie al loro rivestimento tessile, resistono molto bene all'umidità e possono quindi trovare il loro posto anche in un soggiorno come in una cucina o persino in un bagno.

Installazione su binario qualunque sia il supporto

Qualunque sia il progetto previsto (partizione, porta, vano, ecc.), Una partizione giapponese è sempre fissata su una rotaia. La sua installazione semplificata è quindi accessibile a tutti. Se è installato in una partizione di cartongesso, un'installazione su una guida alta nasconderà quest'ultima nella partizione. Per un'installazione di superficie, sceglieremo quindi un'installazione su rotaia con nastro, per nascondere il sistema di sospensione. Infine, per le installazioni a soffitto, la guida alta con due strisce nasconderà il metodo di fissaggio su ciascuna delle sue facce, per garantire la discrezione dell'installazione.